Back to top
OUTLOOK/AUSBLICK | Elisabeth Scherffig

Outlook / Ausblick è il titolo della mostra di Elisabeth Scherffig, a cura di Angela Madesani. Quello dell’artista tedesca, nata a Düsseldorf nel 1949, è uno sguardo attento al suo circostante, alla natura, alla città, a quanto è in continua e organica trasformazione.
In mostra, la prima presso la Galleria Morone, sono una serie di lavori legati all’osservazione di strutture architettoniche e naturali in fieri. Il suo è un tentativo, riuscito, di cogliere la prospettiva, la dinamica, insite nel concetto di trasformazione, di costruzione, che si tratti di opere dell’uomo o della natura. È un dialogo ininterrotto fra le diverse situazioni in cui l’artista è testimone e interprete al tempo stesso.
Un grande disegno, assai articolato, mostra una vigna che si fa architettura, un lavoro su metallo inciso e perforato diviene mappatura di una struttura labirintica. In altri disegni l’architettura, al di là della propria connotazione specifica, è osservata nel suo farsi.
Alcuni bassorilievi di porcellana testimoniano la modifica costante del terreno di alcune cave di pietra siciliane. La cave a cielo aperto sono un luogo che, nel corso degli anni, ha interessato particolarmente Scherffig: sono, infatti, un luogo in continua mutazione che segna lo scorrere del tempo.
Lo sguardo si materializza nel suo atto costituivo in due sculture, due teste di organza di seta e porcellana: sono la testa dell’artista, il cui sguardo è puntato sul circostante. Le teste, leggère, sono quasi trasparenti e sembra di poter lèggere in esse la complessa mappatura del pensiero.
Sono, quindi, in mostra altre opere, che hanno per soggetto le vigne. Esse sono state realizzate partendo da incisioni su linoleum, su cui è stata posta della foglia d’oro, con evidenti rimandi alla storia dell’arte. Altri lavori sono, invece, dei raffinati bassorilievi di porcellana in cui emerge fisicamente il concetto di tridimensionalità fisica e percettiva.

INAUGURAZIONE:
18 Gennaio 2018
DATE MOSTRA:
18.01 | 09.03.2018
A CURA DI:
Angela Madesani
Category:
Mostre, Passata