Back to top
Cuts | Hubert Kostner

Nelle sue sculture e nei suoi quadri, l’artista prende spunto dal paesaggio che lo circonda, modificandolo fino a renderlo irriconoscibile, sperimenta sulle icone tradizionali della Val Gardena con diversi modi di lavorazione: taglia, ricompone in modo nuovo e diverso, aggiunge colore, toglie elementi, seziona in fette sottilissime, incolla, addiziona, sega, riveste, combina.
Hubert Kostner scompone e critica realtà e le aberrazioni dell’ambiente segnato dal turismo, mette in discussione il concetto di artigianato, restituendo alle sculture unicità e originalità, imputa loro di aver perso la propria identità originaria.
Gioca con le potenzialità di un materiale come il legno, che permette di interpretare le sculture anche come abbozzi, come esperimenti per un possibile approfondimento in stadi successivi.
In questo procedimento, la comicità gioca un ruolo essenziale, con una finalità non necessariamente conciliante, l’intento non è quello di alleggerirne il significato ma di sottolinearlo.
Da anni nell’arte si assiste ad un sistematico ricorso a oggetti esistenti, opere d’arte come pure prodotti industriali, e alla loro alienazione.
Nel confronto con la scultura in legno tradizionale entrano in gioco immancabilmente anche elementi e citazioni religiose senza finalità dissacranti ma come associazione negativa dei souvenirs.
Per la prima volta, dopo l’intervento realizzato per la Project Room di Museion, si presenta in galleria la nuova serie Konzeptmontage nel quale l’artista si serve ancora una volta con il concetto del taglio e rimontaggio confrontandosi con il paesaggio montano, la sua storia e il suo presente. L’immagine delle Alpi è qui legata alla figura dello sciatore che attraversa, taglia e disegna con gli sci i bianchi pendii.
CUTS è quindi anche un contributo estroso all’idea onnipresente della riappropriazione: dai souvenir, prodotti di vendita in serie per il turismo della regione alpina, nascono oggetti unici sorprendenti e inconfondibili e i solchi degl sci si trasformano oniricamente in squarci d’oblio sulla candida neve.
Hubert Kostner è nato nel 1971 a Bressanone. Si è diplomato presso l’Accademia di Belle Arti di Monaco di Baviera. Ha vissuto a Monaco, Madrid e Pechino. Attualmente vive e lavora a Castelrotto, Bolzano. Nel 2009 ha vinto il IV Premio Agenore Fabbri.

inaugurazione:
19 novembre 2015
date mostra:
19.11.2015 | 09.01.2016
artisti:
Hubert Kostner
Category:
Mostre, Passata